COMPLIMENTI! Hai deciso d’iniziare il corso di miglioramento della tua vita.

In internet si trova parecchio materiale che tratta la Legge di Attrazione, però si corre il rischio di perdersi nei meandri di un argomento che per molti è difficile da comprendere. Invece di continuare la ricerca tra i vari siti nel tentativo di trovare il percorso corretto per farla funzionare, fermati in quello che ti da più fiducia ed inizia a fare il tuo percorso, così potrai evitare di perdere tempo e capirai che il metodo giusto è già dentro di te, devi solo scoprirlo. Ognuno di noi ha il proprio percorso per raggiungere l’obiettivo prefissato. Per prima cosa metti sempre in discussione TUTTO quello che vedi scritto o quello che ti viene detto, tutto quello che vedi o senti è il frutto di altri individui con percorsi di vita diversi dal tuo. Non lasciarti ingannare dall’autorità attribuita alle varie persone. Uno scienziato, un politico, un dottore, un religioso…non sono autorità, sono solo delle “etichette” che questa società ha messo su delle persone come te.
 
Chiarito questo concetto, inizia ADESSO a percorrere la TUA strada per raggiungere il TUO obbiettivo, godendoti il viaggio.

Nel corso del tempo, alcune persone hanno espresso dei concetti con poche e significative parole. Abbiamo pensato di mettere le citazioni o gli aforismi adatti senza menzionare l’autore, sia per evitare pregiudizi che per trascendere l’ego. Le citazioni in alcuni casi sono state modificate, ma il concetto rimane lo stesso. Il primo lavoro da fare su se stessi è imparare a non giudicare nessuno, ma osservare, comprendere e accettare.

“Colui che è pronto a vedere e a giudicare il male nelle altre persone, racchiude dentro di sé il seme di quello stesso male.”

Chi siamo e che cos’è Attrazione Quantistica

Nell’intento di trascendere l’ego come menzionato poc’anzi, siamo un gruppo di individui (staff Attrazione Quantistica) che condividono entusiasmo e felicità, il nostro desiderio è indicarti la via, tu deciderai se, e come percorrerla. Solitamente nella sezione “Chi siamo” si è abituati a leggere presentazioni del tipo: sono psicologo, dottore, coach ricercatore ecc. Come già detto, queste sono solo etichette attribuite che vanno ad alimentare l’ego, in contraddizione con gli argomenti trattati, tuttavia alcune persone usano le presentazioni di questo tipo per conferirsi autorevolezza. Se dentro di te senti un’ intesa per qualcuna di queste persone, seguila, ti potrà aiutare nella tua ricerca. Noi di Attrazione Quantistica ne abbiamo individuati alcuni molto ben preparati e che non mirano necessariamente a venderti qualcosa. L’importante è che tu capisca cosa può essere utile alla tua evoluzione e al raggiungimento dei tuoi obiettivi. Fai attenzione a tutti quei prodotti o tecniche che sono descritti come “semplici, facili, convenienti”. Valuta inoltre, con attenzione i prodotti che vengono presentati tramite “Landing Page”, ossia quelle lunghe pagine descrittive, con testimonianze accluse. Si tratta di tecniche di vendita persuasiva. Qualunque metodo ti venga presentato, per essere attuato, ha bisogno sempre di dedizione e costanza .

Spesso diamo un’importanza superficiale alle parole, ma sono di fondamentale importanza, soprattutto utilizzandole per comunicare concetti poco conosciuti. Analizziamo le due parole che abbiamo utilizzato in questo paragrafo: entusiasmo e felicità.

L’entusiasmo e un sentimento di gioia, ma è anche una dedizione assoluta ad un ideale che coinvolge intensamente. Considerando anche l’etimologia della parola greca enthousiasmòs, derivazione di enthousi {azein} significa essere ispirato da una forza divina.

La felicità è una emozione di chi si ritiene soddisfatto dalla concretizzazione dei propri desideri. La felicità provoca gioia che è un sentimento di piena soddisfazione dell’anima.

Questo sito, e il manuale scaricabile, sono formati da parole ed immagini, che corrispondono al 7% della comunicazione. Tramite questo mezzo viene a mancare la comunicazione non verbale, ossia il tono della voce, il volume ed il ritmo che corrisponde al 38%, ed infine manca il 55% che corrisponde al movimento del corpo ed espressioni facciali del tuo interlocutore che in questo caso non hai. Per questi motivi è importante ponderare le parole, per comprendere meglio il significato del messaggio.

Attrazione Quantistica è il risultato dell’unione di esperienze individuali positive, che sono qui ed ora disponibili, per aiutarti ad essere felice ed entusiasta della vita.

La felicità è l’anticamera dell’illuminazione.

Frullato di termini:

se non hai chiaro l’argomento, i termini che servono a capire i concetti, potrebbero crearti confusione. Nel web si trovano dei siti che utilizzano erroneamente queste parole. Potresti trovare siti che confondono l’inconscio con il subconscio, oppure l’io con il sé, che alcuni intendono la stessa cosa, ossia la parte irrazionale, mentre altri attribuiscono il significato analogo di io ed ego, sostenendo che hanno una correlazione, ma non sono sinonimi. Insomma, c’è molta confusione. Al fine di capirci, utilizzeremo alcune di queste parole, attribuendo il nostro significato, che non è detto che sia quello corretto, ma servirà a far chiarezza in un campo sconosciuto da molti. Il nostro obiettivo è capirci, e condurti alla meta.

Il talamo appartiene al sistema nervoso centrale e si divide a sua volta in corpo calloso e fornice. Le reazioni delle percezioni sensorie vengono incanalate verso il talamo che è la sorgente delle emozioni e dei sentimenti. Il talamo agisce come un ponte tra ciò che avviene dentro e ciò che avviene fuori, e converte gli stimoli in sensazioni positive o negative. Le nostre reazioni sono il risultato di queste combinazioni, considerando gli schemi impostati nel nostro inconscio.

Parole di utilizzo e significato attribuito

  • Io

    L’io è formato dal piccolo io, che è la parte che conosci, quella parte caratterizzata da pensieri e desideri egocentrici. Il consumismo attuale, fa si che il piccolo io venga alimentato e diretto nella direzione in conflitto con il nostro benessere. Possiamo accorgerci del piccolo io in azione nella discriminazione, nella prevaricazione e nella violenza. Non dobbiamo sopprimere il piccolo io, ma dobbiamo trasformarlo al fine di indirizzarlo nella direzione favorevole al nostro benessere. Il grande io, si esprime con il desiderio di contribuire al benessere altrui e di rispetto per la terra e tutti i suoi abitanti. Il grande io è in armonia con la vita dell’universo, e si nutre dell’energia cosmica.

  • Ego

    L’ego è la conoscenza che abbiamo di noi stessi, per convenzione diremo che è comparabile al piccolo io. L’ego utilizza delle maschere per relazionarsi con gli altri. Durante la giornata cambiamo continuamente maschera in relazione a chi abbiamo di fronte. Indossando continuamente le maschere, non sentiamo più il bambino interiore. Il bambino interiore è quella parte di noi che è rimasta bambina, e che mantiene le caratteristiche legate all’infanzia. E’ la parte di noi che porta nella nostra vita la giocosità, lo stupore, la creatività e il contatto con il .

  • Il e l’ego, sono entrambi centri creativi della coscienza. La differenza è che il ci porta in direzione del nostro centro divino e l’unione, invece l’ego ci porta verso la separazione e l’egoismo. Il lavoro da fare su se stessi, è portare l’ego in direzione del . Gli strumenti per gestire l’ego, è la consapevolezza e l’amore. Il è paragonabile al grande io, che è la nostra parte divina, la nostra anima.

  • Conscio

    Il conscio è quella parte che utilizziamo quando parliamo, lavoriamo, giudichiamo ecc. E’ la facoltà che ci consente di conoscere la nostra realtà attraverso i sensi, e ci permette di costruire la nostra mappa del territorio. Ricordiamo che la nostra mappa, essendo costruita attraverso i nostri sensi, è diversa dalla mappa di qualsiasi altra persona. Quindi la mappa non rispecchia il territorio.

  • Subconscio

    Il subconscio è il canale di comunicazione tra il conscio e l’inconscio. Il subconscio non riflette, ma obbedisce, può ricevere ordini sia dal conscio che dall’inconscio. Il subconscio e l’inconscio non riescono a distinguere un immagine reale da un’immagine irreale, possiamo accorgerci di questo quando sogniamo. Se nel sogno viviamo una situazione di angoscia, il nostro cuore batte più velocemente come se tutto ciò accadesse nello stato di veglia. Compreso questo processo è capibile che attraverso la visualizzazione, l’immaginazione e la suggestione, possiamo generare emozioni che creeranno la realtà circostante. Oggi la tecnologia ci consente inoltre di utilizzare tramite i messaggi subliminali, la riprogrammazione dell’inconscio utilizzando il subconscio.

  • Inconscio

    L’inconscio è il nostro pilota automatico, è quella parte che funziona senza l’intervento della parte cosciente. Qui vengono installati, nella memoria emozionale, i programmi che ci condizionano la vita. L’inconscio vive di emozioni, quindi genera vibrazioni emozionali. Attraverso questo meccanismo creiamo la nostra realtà circostante.

  • superconscio personale

    Il superconscio personale è quella parte inconscia accessibile per mezzo di tecniche e allenamento. I dati inseriti consapevolmente, sostituiscono schemi autonomi.

  • inconscio atavico

    L’Inconscio atavico  è l’ archivio di dati relativi alla creazione del regno animale, vegetale e minerale.

  • inconscio collettivo

    L’Inconscio collettivo è l’archivio di dati relativi alla razza umana, dalla sua comparsa sulla terra.

Significato delle principali parole utilizzate per comunicare la Legge di Attrazione e argomenti correlati

  • Amore

    Affetto intenso, sentimento di profonda tenerezza o devozione. L’amore è frainteso con il possesso, l’amore in una coppia pone delle condizioni: ti amo se non mi tradisci, ti amo come sei ecc. La definizione corretta di amore è amore incondizionato, che significa amare sempre e in ogni caso incondizionatamente.

  • Consapevolezza

    Presa di coscienza.

  • Coscienza

    Consapevolezza.

  • Dualità

    Rapporto esistente tra due principi opposti. La dualità è creata dall’individuo mediante il giudizio e la definizione. Dal momento che si giudica qualcosa, ad esempio una persona bella, automaticamente si ha creato il brutto, poiché ha caratteristiche contrarie.

  • Emozione

    È il nesso fra un universo puramente interno e il mondo di tutti. È la manifestazione diretta dell’inconoscibile agitazione che è il nostro primo movente.

  • Fede

    Fede significa: credere pur non sapendo. Nel momento in cui sai non si ha più bisogno della fede.

  • Giudizio

    Ciò che si pensa di qualcuno o di qualcosa, valutazione che si dà su persone, fatti ecc.

  • Illuminazione

    Improvviso aprirsi della mente alla comprensione. La conoscenza resa possibile dall’azione dell’intelletto divino su quello umano.

  • Intenzione

    Inclinazione della volontà a realizzare un determinato fine. Proposito di attuare un’azione; desiderio, aspirazione di raggiungere un obiettivo.

  • Karma

    La parola karma deriva dal sanscrito karman che significa azione o atto.

  • Permeare

    Determinare un influsso su qualcosa o qualcuno.

  • Religione

    Complesso di credenze e di atti di culto che esprime il riconoscimento da parte dell’uomo di un ordine superiore, in particolare della divinità, intesa per lo più come creatrice, reggitrice e fine supremo dell’universo.

Sei infelice? Ecco perché

In questo momento della tua vita, hai determinate convinzioni che ti hanno portato ad essere ciò che sei. Quindi è facile dedurre che se tu fossi nato/a in un’altra epoca e/o in un altro luogo, le tue convinzioni, le tue credenze sarebbero state diverse.

La tua vita non rappresenta la vita reale perché vivi un territorio ristretto. Già dal concepimento ti sei ritrovato/a in una zona limitata, il grembo materno, dove sei stato/a soggetto/a a tutto quello che tua madre ti faceva avere, quindi non potevi decidere nulla. Dopo la nascita ti hanno messo/a in un altro territorio, più grande ma limitato. Da questo territorio non riesci a vedere il mondo com’è, ma lo percepisci come gli altri ti hanno imposto di vederlo. Le imposizioni ti sono state date gran parte dai tuoi genitori, sotto forma di conoscenze, tradizioni, religioni, credenze, superstizioni, pregiudizi, timori, opinioni e punti di vista. Se analizzi quanto ti è successo riuscirai a capire che sei un prodotto di tutto quello che ti hanno insegnato, che ti hanno detto e che hanno fatto gli altri al posto tuo. Tutto quello che i tuoi concetti, la tua religione, le tue credenze sembrano, sono legate al contesto socio culturale, quindi non seguono la verità. Hai mai pensato che se tu fossi nato/a in un altro posto o in un altro tempo, per esempio In Israele, in Giordania, in India o in Tibet quali sarebbero state le tue credenze? Probabilmente sarebbero molto diverse da quelle che hai adesso. Allora dov’è la differenza? E’ il pacchetto di credenze che installarono nella tua mente. Tu pensi quello che sai e dici quello che pensi, però le informazioni furono messe nella tua mente nel corso della tua vita fin da quando eri bambino/a, assimilasti i concetti che formano parte delle tue credenze più profonde che non metteresti mai in discussione, assumendo il 100% della veridicità solo perché tutti lo credono. Per questo motivo il tuo mondo si converte in ciò che studi, e insegni quello che ti è stato insegnato in un sistema educativo infinito che cerca di plagiarti per i suoi propositi. Quando un’autorità enuncia un valore sociale non hai visto quello che ti hanno tenuto nascosto o falsificato. Tutti i concetti che dici sono concetti che leggesti in qualche libro, oppure che sentisti da qualcuno che a loro volta lo sentirono o lo avevano letto. Tutto questo ti ha fatto scordare che sei un essere intelligente, sei unico/a. Pensi davvero che lo scopo della tua vita sia unicamente quello di nascere, crescere, riprodurti, invecchiare e morire?

A volte la realtà è diversa da come sembra.

L’immagine qui a sinistra, sembra essere in movimento, ma in realtà è ferma. Quindi la percezione soggettiva non corrisponde alla realtà oggettiva.

In questo caso si tratta di un’illusione ottica, ma le illusioni, che sono delle distorsioni della percezione sensoriale, possono coinvolgere tutti i sensi.

Il cervello organizza le informazioni che riceve, quindi l’interpretazione che da a tali informazioni, possono essere distorte e quindi possiamo facilmente essere ingannati.

Qualunque cosa ti viene detta non prenderla subito per vera, pensa con la tua mente se in realtà è così. Ci sono argomenti che sono più facili da capire, ed altri che sono soggettivi come ad esempio l’esistenza di Dio, l’esistenza degli extraterrestri, l’esistenza della stessa Legge di Attrazione. L’unico strumento che hai a disposizione per capire è la deduzione, cioè quel procedimento per ricavare una conclusione tua da un ragionamento su una serie di osservazioni, ripeto: osservazioni e non in base ad informazioni che hai già acquisito da altri, e poi decidere se credere oppure no. Quando avrai deciso, sostituisci la credenza con l’entusiasmo e vai avanti senza che nulla ti faccia più esitare.

Pillola AZZURRA o Pillola ROSSA?

Dal film MATRIX.

Morpheus e Neo si incontrano per la prima volta

Morpheus: “Immagino che in questo momento ti sentirai un po’ come Alice che ruzzola nella tana del Bianconiglio”
Neo: “L’esempio calza.”
Morpheus: “Lo leggo nei tuoi occhi: hai lo sguardo di un uomo che accetta quello che vede solo perché aspetta di risvegliarsi. E curiosamente non sei lontano dalla verità. Tu credi nel destino, Neo?”
Neo: “No.”
Morpheus: “Perché no?”
Neo: “Perché non piace l’idea di non poter gestire la mia vita.”
Morpheus: “Capisco perfettamente ciò che intendi. Adesso ti dico perché sei qui. Sei qui perché intuisci qualcosa che non riesci a spiegarti. Senti solo che c’è. È tutta la vita che hai la sensazione che ci sia qualcosa che non quadra nel mondo. Non sai bene di che si tratta, ma l’avverti. È un chiodo fisso nel cervello, da diventarci matto. È questa sensazione che ti ha portato da me. Tu sai di cosa sto parlando..”
Neo: “Di Matrix”
Morpheus: “Ti interessa sapere di che si tratta, che cos’è? Matrix è ovunque, è intorno a noi, anche adesso nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra o quando accendi il televisore. L’avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo dinanzi agli occhi, per nasconderti la verità.”
Neo: “Quale verità?“
Morpheus: “Che tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente. Nessuno di noi è in grado purtroppo di descrivere Matrix agli altri. Dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos’è. È la tua ultima occasione: se rinunci, non ne avrai altre. Pillola azzurra: fine della storia. Domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quanto è profonda la tana del Bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più. “

La scelta che ti propongo ora, ricorda il film Matrix. Decidi! Se nella la tua vita hai tutto quello che ti soddisfa e ciò di cui hai bisogno, prendi la pillola azzurra, se desideri cambiare la tua vita, prendi la pillola rossa.

Pillola azzurra e continui la tua vita nel mondo che conosci, pillola rossa scoprirai la realtà.

pillola azzurra o pillola rossa?