Il LA a 432 Hz

Si ritiene che la musica a 432 HZ abbia un rapporto diretto con le vibrazioni del corpo umano. E’ una frequenza armonica, e tutto l’universo vibra a tale frequenza.

Anche in altre epoche, il suono è stato riconosciuto come mezzo di guarigione, e le antiche civiltà avevano strumenti musicali accordati a 432 Hz.

La frequenza a 432 Hz, favorisce l’intuito, rilassa e sincronizza i due emisferi del cervello (importante per far funzionare la Forza di Attrazione), inoltre stimola la produzione dell’ormone serotonina (detto l’ormone della felicità) e stabilizza gli sbalzi di umore.

Una persona di nome Maria Renold ha condotto degli esperimenti su ascoltatori presenti in un ambiente. Constatò che all’ascolto di musica basata sull’accordatura del LA a 440 HZ, le persone presenti assumevano comportamenti polemici, il che non avveniva con l’accordatura a 432 Hz.

Gli strumenti musicali odierni, sono accordati invece, con il diapason che vibra a 440 Hz. Questa frequenza è in disarmonia con il corpo e la natura, quindi predispone alla malattia.

Nel 1884, il musicista Giuseppe Verdi scrisse una lettera alla Commissione Musicale del governo affinché ufficializzassero il diapason a 432 Hz, ma non fu preso in considerazione.

Nel 1939, il ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels impose l’utilizzo della frequenza a 440 Hz, perché induceva maggiore aggressività nei soldati e nella popolazione, inoltre limita il modo di pensare.

A Londra nel 1953, è stato scelto in modo arbitrario, la frequenza di 440 Hz per la nota LA. Oggi tutti gli strumenti musicali sono accordati con questa frequenza.

La musica è presente ogni giorno nelle nostre vite, e osserviamo che la società odierna è caratterizzata da frenesia e stress.

Reazione dell’acqua alla frequenza della musica.

La musica modifica la struttura dell’acqua, perciò modifica la materia. Noi possiamo essere programmati dal tipo di musica che ascoltiamo. Più precisamente possiamo avere stati d’animo in relazione al tipo e frequenza musicale che ascoltiamo.

La Chiave Che Ti Manca